Di nuovo io

Ebbene sì, sono tornata. Sono tornata in tutti i sensi. Sono di nuovo Io.
Dopo anni passati a cercare di tirare fuori la testa, anche solo per una breve boccata d'aria, dalla personale merda in cui nuotavo, posso finalmente dire di sentirmi di nuovo me stessa.
Quando vivi un rapporto sbagliato finisce che pensi di essere tu sbagliata e passi il tempo a cercare di capire cos'hai che non va, a cercare di modificarti, di aggiustare di qua e di là, e si sa, come dice la cara vecchia Samantha (Sex and the City ndr) "se tiri il filo sbagliato, si disfa tutto il maglione". Vale quando cerchiamo di cambiare un uomo e vale anche quando cerchiamo di cambiare noi stesse.
In pratica ho passato anni a non accettarmi, a non accettare i miei difetti, le mie stranezze, i miei isterismi, i miei sbalzi d'umore e di conseguenza ad annullarmi, annullando però anche quello che di buono c'era in me.
Questo è ciò che succede quando stai con un uomo che non ti accetta e non sei abbastanza forte da mandarlo per direttissima nella famigerata località turistica del Vaffanculo.
Ci sono voluti anni, troppi anni ma alla fine ce l'ho fatta e ho capito che è stato un bene aver toccato con mano tanta merda perché ora mi stragodo il mio cioccolato.
Perché miracolosamente è arrivato il cioccolato, quando ero ormai convinta che non ne producessero più!
All'inizio ero felice come una bambina povera che a Natale trova la casa di Barbie sotto l'albero, poi ho passato mesi nel tentativo di accertarmi che non fosse solo un sogno e ora finalmente mi sto rilassando.
Navigo su una nave sicura e le tempeste non spaventano più.
Insieme alla serenità e alla vera me, è tornata anche la voglia di scrivere perché, del resto, fa parte di me.
Ancora non so che piega prenderà questo blog, perché di certo in tutti questi anni sono cambiata.
Ma sono qui, sono io, qualunque cosa vorrà dire.

Commenti

Posta un commento